Provincia del Medio Campidano

La provincia del Medio Campidano, presenta una costa formata da scogliere, calette ciottolose e spiagge sabbiose di colore dorato, con alte dune dall'aspetto desertico. Coincide praticamente con la Costa Verde, ovvero 47 kilometri di costa da Capo Pecora fino a Capo Frasca, a ridosso del Golfo di Oristano, facenti parte del territorio comunale di Arbus.

Il mare ha bellissime trasparenze di colore verde, estremamente pulito ed incontaminato, con la presenza di numerose grotte e fondali rocciosi mozzafiato, dove trovano dimora numerose specie di animali marini. Qui spira forte il maestrale, come del resto in quasi tutta la costa occidentale della Sardegna, richiamando nella zona numerosi surfisti a caccia di onde.

Come nel Sulcis, anche nella costa del Medio Campidano sono visibili i segni dell'attività mineraria svoltasi nell'entroterra, ad esempio in corrispondenza di Montevecchio o Ingurtosu. Il paesaggio restrostante la costa é molto interessante, con la particolare ed inconfondibile vetta del Monte Arcuentu visibile da quasi tutta la provincia, e innumerevoli sentieri percorsi dagli amanti del trekking. Inoltre, è ricco di vegetazione: bellissimi boschi, pinete e la macchia mediterranea, fanno da cornice e da contrasto con i bellissimi colori delle spiagge e del mare. 

  1. Spiagge della Costa Verde

Nonostante le bellissime spiagge della Costa Verde, si tratta di una località ancora fuori dalle grandi masse di vacanzieri che passano l'estate in Sardegna, risultando quasi una meta di nicchia con la presenza di strutture ricettive (hotel, alberghi) di piccole e medie dimensioni, a vantaggio di una maggiore presenza di B&B, case vacanze e agriturismo. 

Newsletter

Resta sempre aggiornato sulle ultime news di Tracce di Sardegna