Sardegna: ok a riapertura spiagge ma quarantena per chi arriva nell'isola

In Sardegna il presidente Christian Solinas firma nella notta la nuova ordinanza che apre tutte le spiagge della Sardegna. 

Resta l'idea circolata nelle scorse settimane riguardo il passaporto sanitario, con tampone obbligatorio per tutti coloro che arriveranno in Sardegna ed anche l'obbligo di quarantena con l'isolamento domiciliare fiduciario per 14 giorni. Le Compagnia aeree e di navigazione, avranno l'obbligo di registrare e mettere a disposizione della Regione Sardegna nominativi e recapiti dei viaggiatori che arriveranno in Sardegna a partire dal 18 maggio. Si punta a diventare la prima regione Covid-Free in Italia. Tra le idee messe in campo, anche la possibilità di acquistare test rapidi presso le Farmacie, il cui costo - tra i 20 ed i 25 Euro - verrà rimborsato mediante la fruizione di servizi. 

Restano fermi l'obbligo di mascherina in tutti i locali aperti al pubblico ed anche nei luoghi pubblici all'aperto se non è possibile rispettare la distanza di almeno un metro dagli altri soggetti.

Intanto, nella giornata di ieri è stato registrato un solo nuovo caso positivo, circoscritto nell'area della Città Metropolitana di Cagliari. Poco meno di 45 mila i test eseguiti sull'isola. Appena 86 sono invece i pazienti ricoverati con sintomi, dei quali 10 in terapia intensiva. Dei 1353 casi accertati da inizio pandemia, 823 risultano guariti, mentre 319 risultano in isolamento domiciliare. 125 le vittime per Coronavirus in Sardegna dall'inizio dell'emergenza, dato che resta invariato rispetto all'ultima rilevazione. 

Foto di Simon Steinberger da Pixabay. 

Per quanto riguarda Cagliari, come si legge sul sito istituzionale del Comune, il Sindaco Paolo Truzzu con l'Ordinanza n°29 del 17 maggio, ha disposto che a far data dal 18 maggio al 2 giugno, restano vietati gli assembramenti di più di 2 persone nei luoghi pubblici, con obbligo di garantire la distanza di sicurezza di almeno un metro dalle altre persone. Inoltre le persone con sintomi e febbre superiore ai 37,5 gradi è fatto obbligo di rimanere presso la propria residenza o domicilio, limitando al massimo ogni interazione sociale.

Per approfondimenti si consiglia di consultare i siti istituzionali della Regione Sardegna e del Comune di Cagliari. 

CONDIVIDIMI

Prenota ora:

Tracce di Sardegna © 2020 • Tutti I diritti riservati • Vietata la riproduzione anche parziale • Privacy Policy
Realizzato da Corkis81