Chiesa di Sant'Anna

La Chiesa di Sant'Anna è la principale chiesa del quartiere cagliaritano di Stampace, che vide iniziare la sua costruzioni in stile barocco piemontese sul finire del 1700, sulle macerie di un'altra chiesa risalente invece al 1200. 

I lavori per la sua costruzione cominciarono nel 1786 e vennero affidati all'allievo di Benedetto Alfieri, Giovanni Viana, ma a causa di diversi problemi, tra i quali la mancanza di fondi, la costruzione della Chiesa di Sant'Anna procedette a rilento e si arrivò alla sua inaugurazione nel 1817 nonostante non fosse stata del tutto completata. La chiesa venne terminata solamente nel 1938, a ridosso della Seconda Guarra Mondiale. Poco dopo, in seguito ai terribili bombardamenti del 1943, la chiesa subì gravi danni. Venne ricostruita nel dopoguerra e riaperta al culto solamente nel 1951. In seguito a tutte queste vicende ed alla lentezza con la quale si procedette alla sua costruzione, gli stampacini ed i cagliaritani coniarono il detto sarcastico "Sa fabbrica e Sant'Anna", a indicare un lavoro particolarmente lento e quasi interminabile. 

Sopra la facciata si ammirano due campanili e alla sua base una bellissima grande scalinata. Al suo interno troviamo tre ambienti: l'aula, il transetto ed il presbiterio. Nell'aula vi si contano quattro cappelle laterali. Il transetto è sormontato dalla cupola e vi troviamo l'altare in stile neoclassico costruito utilizzando il marmo nero. Presso l'altare maggiore invece, trova collocazione la statua di Sant'Anna con Maria bambina, in marmo.

Situata nella via Azuni, a Cagliari, la chiesa di Sant'Anna fu interessata da un'altra ristrutturazione per la facciata nel corso del 2012. 

Chiesa Sant'Anna
Portone
Colonne Facciata
Lastricato

Prenota ora:

Tracce di Sardegna © 2019 • Tutti I diritti riservati • Vietata la riproduzione anche parziale • Privacy Policy
Realizzato da Corkis81