Museo Nazionale Archeologico Etnografico G. A. Sanna

Immagine non disponibile

Hai scattato una foto? inviaci ora la tua. invia

Il Museo Nazionale Archeologico ed Etnografico Giovanni Antonio Sanna è il più importante museo della città di Sassari e di tutto il nord della Sardegna, accogliendo all'interno delle sue sale espositive raccolte di alto valore scientifico, sia archeologiche che etnografiche provenienti da donazioni ed acquisizioni, ma anche dalle campagne di scavi e ricerche organizzate dalla Soprintendenza per i beni archeologici. 

Il museo venne inaugurato nel 1931, raccogliendo al suo interno la collezione del Senatore sassarese Giovanni Antonio Sanna, alla quale si aggiunsero poi altre collezioni importanti, come quelle dei Dessì, Chessa e Clemente, oltre ai reperti recuperati a partire dal 1958 dalla Soprintendenza. Il museo è articolato in tre sezioni: archeologica, etnografica e pinacoteca. Nel corso degli anni ha subito ristrutturazioni ed ampliamenti, che ne hanno consentito il riassetto, anche e soprattutto delle raccolte al suo interno, la cui linea temporale doveva essere chiara e comprensibile per tutti, proprio come voleva il Professor Ercole Contu, promotore di questo rinnovamento. 

Finiti i lavori di restauro ed ampliamento, il museo venne riaperto nel 1986. Si susseguirono negli anni anche i lavori per l'abbattimento delle barriere architettoniche e per la creazione del padiglione dove trovano luogo le sale di Monte D'Accoddi e la sala Romana. 

Negli anni 2000 inoltre, il museo vede l'aggiungersi di un'altra sezione, quella dedicata alla sezione Medievale e Moderna. 

Orari di apertura del Museo: 

  • dal Martedì al Sabato dalle ore 09:00 alle ore 20:00 
  • nei giorni festivi dalle ore 09:00 alle ore 14:00
  • Lunedì chiuso 


La biglietteria chiude alle ore 19:30, il costo del biglietto a tariffa intera è di Euro 3,00, mentre il biglietto ridotto ha un costo di Euro 1,50. La riduzione si applica a tutti i cittadini di età compresa tra i 18 ed i 25 anni e per i docenti delle scuole statali. Hanno diritto all'ingresso gratuito ai minori di anni 18, a docenti e studenti di alcune facoltà previa esibizione certificato di iscrizione valido. E' inoltre gratuito l'accesso al museo ogni prima domenica del mese.

Per maggiori informazioni sugli orari e le modalità di ingresso è possibile contattare il Museo ai recapiti che potete trovare sul sito dedicato al Museo Nazionale G. A. Sanna

Allestimento del Museo:

nelle sale del museo si ripercorrono le fasi più significative del popolamento delle province del centro-nord Sardegna a partire dal Paleolitico inferiore sino alla fine del Medioevo. Nella Sala Preistorica si possono ammirare fossili risalenti al Miocene, reperti del Paleolitico inferiore e superiore, ceramiche, bracciali, strumenti, vasi in pietra del Neolitico, le statuine della Dea Madre ed i calchi delle Domus de Janas, nella Sala Monte d'Accoddi si potrà ammirare la storia e la vita che ruotava attorno al gigantesco monumento unico nel Mediterraneo ed in Europa, nelle sale dedicate all'ipogeismo dell'Età del Rame e dell'Età del Bronzo con i relativi reperti, menhir, statuine. Nell'ultima sala invece si può ammirare il plastico di una Tomba dei Giganti ed altri reperti dell'Età del Bronzo Antico e Medio. Al piano superiore, troviamo la sala dedicata alla Civiltà Nuragica, la Sala Fenicio Punica, le sale dedicate alla Civiltà Romana e la sala Medievale e Moderna. 

All'interno del museo è presente anche la raccolta etnografica con monili, abiti, tappeti ed altri oggetti che testimoniano la vita dei sardi e le loro tradizioni culturali degli ultimi 300 anni.

Come arrivare al Museo Nazionale G. A. Sanna: 

il museo è situato nella centralissima via Roma numero 64 a Sassari.

Prenota ora:

Tracce di Sardegna © 2020 • Tutti I diritti riservati • Vietata la riproduzione anche parziale • Privacy Policy
Realizzato da Corkis81