Malloreddus alla Campidanese

I malloreddus alla campidanese sono una classica ricetta della cucina sarda, conosciuti oramai anche fuori dalla Sardegna (spesso con il nome di gnocchetti sardi) e che a seconda della zona vengono chiamati e preparati in maniera differente.

I Malloreddus non sono altro che il più famoso tipo di pasta della Sardegna, molto semplici da fare anche a casa e che oggi trovate in tutti i supermercati, preparato con semola e acqua e possono essere lisci o rigati. Il loro nome, significa letteralmente piccoli vitelli, nome che gli fu dato dall'antica tradizione contadini che vedevano in questa forma un piccolo vitello panciuto. Difatti malloreddus deriverebbe da malloru, che in sardo significa toro. 

Gli ingredienti per fare i malloreddus alla campidanese sono pochi e di semplice preparazione, ma come ogni ricetta, anche questa ha il suo segreto. Un sugo perfetto ad esempio, come ben saprete o sapranno le vostre nonne, nasconde il suo segreto nella cottura, lenta e prolungata. Ma ciò che renderà i vostri malloreddus alla campidanese davvero buoni, saranno gli ingredienti freschi e di qualità che impiegherete. Di seguito la ricetta dei Malloreddus alla campidanese.

Ricetta Malloreddus alla campidanese

Ingredienti

  • 350 g di Malloreddus
  • 250 g di Salsiccia fresca
  • 450 g di Pomodori Pelati
  • 1 Cipolla
  • 1 Spicchio di Aglio
  • 3 Foglie di Basilico
  • 1 Bustina di Zafferano
  • Pecorino sardo stagionato grattugiato
  • Olio extravergine di Oliva

Preparazione

Cominciate col preparare un trito di aglio e cipolla e tagliate la salsiccia a tocchetti; fate rosolare il tutto in un tegame con 3 cucchiai di olio d'oliva, per circa 10 minuti. Aggiungete i pomodori pelati, un pizzico di sale ed il basilico tagliato a pezzetti piccoli e fate cuocere a fuoco medio per circa 15 minuti, quindi abbassate la fiamma e lasciate sul fuoco per altri 20 minuti circa. Qualche minuto prima del termine della cottura aggiungete lo zafferano.

Cuocete i Malloreddus in abbondante acqua salata e scolateli ancora al dente. Poneteli in una terrina con i bordi alti e conditeli con il sugo preparato precedentemente. Date un'abbondante spolverata di pecorino grattugiato e servite.

Buon Appetito!

Se volete preparare i gnocchetti sardi a casa, vi segnaliamo anche la ricetta per i malloreddus o gnocchetti sardi che potrete realizzare in circa un'ora di tempo. 

Scopri tutte le ricette della Sardegna sul nostro sito cliccando su Gastronomia. Se vuoi puoi inviarci le foto e le tue ricette per essere ripubblicate qui sul sito o sui nostri social. 

Seguici su Instagram e Facebook

Prenota ora:

Tracce di Sardegna © 2021 • Tutti I diritti riservati • Vietata la riproduzione anche parziale • Privacy Policy
Realizzato da Corkis81