Mostre: Colorpietra e Variazioni alla Galleria Comunale d'Arte

Data evento: 
Dal 15-Marzo-2015 al 12-Aprile-2015

COLORPIETRA
Personale di Antonello Ottonello

 

VARIAZIONI
Personale di Marcello Simeone

 

Cagliari, Centro Comunale d’Arte e Cultura Exmà

15 marzo - 12 aprile 2015

 

La stagione espositiva 2015 del Centro comunale d’arte e cultura Exmà prosegue con due mostre inedite: Colorpietra con opere di Antonello Ottonello ispirate al mondo minerario sardo eVariazioni con lavori di Marcello Simeone dedicati alle Variazioni Goldberg, composte da Johann Sebastian Bach fra il 1741 e il 1745.

L’appuntamento è per domenica 15 marzo a partire dalle ore 11 con la presentazione delle mostre e l’apertura al pubblico.

Tutte le mostre sono realizzate in collaborazione con il Consorzio Camù e saranno visitabili sino al 12 aprile, con orario di ingresso dalle 9 alle 20 (chiuso il lunedì).

Sponsor dell’iniziativa sono le Cantine di Dolianova e Le Plus Bon.

 

Colorpietra

La mostra costituisce la conclusione di un lungo ciclo creativo, cominciato nel 1993, ispirato al mondo minerario sardo, in particolare a quello sulcitano, di fondamentale importanza per l’artista, in prospettiva sia estetica sia sociale e umana. Saranno esposte oltre trenta opere, per la maggior parte inedite, realizzate nel corso degli ultimi anni, concepite per valorizzare le proprietà materiche e cromatiche delle sabbie e delle pietre di scisto di provenienza mineraria. Si tratta di composizioni, articolate in differenti forme, dimensioni, supporti, che saranno allestite sia a parete, sia a terra, su appositi supporti, in dialogo reciproco tra loro e con lo spazio della Sala delle Volte. Alcune tra queste composizioni sono state pensate per essere coperte da un sottile specchio d’acqua, attraverso il quale far risaltare i toni naturali degli ocra, dei grigi, dei marroni, di rossi che conservano la memoria e l’energia di metamorfosi millenarie.

La mostra sarà accompagnata da un catalogo con fotografie di Giorgio Dettori e testi di Simona Campus.

 

Variazioni

La mostra, curata da Simona Campus, si articola in due parti, rispettivamente nella Sala della Terrazza e nella Sala della Torretta, e presenta un corpus di opere, finora inedite, rappresentative della recente ricerca artistica di Marcello Simeone. Si tratta di lavori realizzati con materiali inusuali ‒ vecchi copertoni di bicicletta, cerniere zip, vetro di Murano, cui l’artista sa restituire nuova vita e un’inaspettata coerenza estetica – ispirati alle celebri Variazioni Goldberg, composte da Johann Sebastian Bach fra il 1741 e il 1745.

Nelle opere esposte in Sala della Terrazza Simeone ha reso complementari i materiali all’immaterialità della musica: grazie agli impulsi di un software appositamente progettato dall’interactive designer Giulio Lai, l’artista ha transcodificato in vibrazioni di luce l’Aria dalla quale le Variazioni prendono avvio, facendo in modo che la luce intersechi in particolare la trasparenza cangiante del vetro.

Ulteriori e differenti Variazioni si trovano nella Sala della Torretta, dove la semioscurità della Sala della Terrazza lascia il posto alla luce naturale e diffusa: il vetro è ancora protagonista, qui insieme a superfici specchianti, che moltiplicano i riflessi potenzialmente all’infinito.

Prenota ora:

Tracce di Sardegna © 2020 • Tutti I diritti riservati • Vietata la riproduzione anche parziale • Privacy Policy
Realizzato da Corkis81