Sa Panada

La panada o sa panada è un piatto tipico sardo, conosciuto anche in buona parte dell'Italia e che trova origine nel paese di Assemini situato nel campidano della provincia di Cagliari.

Conosciuto in sardo come Sa Panada, questo piatto della tradizione è diffusissimo in Sardegna ed anche molto apprezzato in tutte le sue varianti, e veniva preparato in occasione di sagre e feste, in modo particolare nei paesi di Assemini appunto ed anche di Oschiri, dove però la panada viene preparata diversamente, soprattutto per quanto riguarda le dimensioni molto più piccole (panadinas). 

Questo piatto è formato da una base di pasta chiamata in sardo su croxiu, sulla quale si adagia un fondo di patate ed altri ingredienti a piacere. La Panada classica è quella di anguille, ma può essere farcita anche con carne d'agnello, con piselli, carciofi, zucchine, melanzane, peperoni, funghi. Insomma, come avrete capito sa panada si presta ad essere degustata con diversi ingredienti in quanto non vi è un limite alla fantasia della farcitura, che può essere adoperata secondo i propri gusti. La ricetta della panada prevede comunque una base comune per quanto riguarda il ripieno, caratterizzato oltre che dalle patate, dalla presenza del pomodoro secco e del prezzemolo. Ovviamente, non dimenticatevi il coperchio! Ma vediamo insieme nel dettaglio, la ricetta de sa panada di Assemini.

Ricetta della panada 

Difficoltà: Media
Tempo di preparazione: 
Tempo di cottura
Dosi: 6 persone 

Ingredienti: 

  • 700 gr. di semola di grano duro fine; 
  • un cucchiaio di strutto di maiale; 
  • olio di oliva;
  • sei anguille fresche;
  • tre o quattro patate; 
  • tre pomodori secchi; 
  • due spicchi d'aglio; 
  • un mazzetto di prezzemolo; 
  • acqua, sale e pepe.

​Per le altre varianti sarà sufficiente sostituire alle anguille l'ingrediente prescelto (carne, verdure, ecc.). 

Preparazione:

sistemare la semola a fontana ed impastare versandovi dell'acqua tiepida ed unendovi lo strutto e un pizzico di sale. Lavorare la pasta finché non avrete ottenuto un impasto liscio ed elastico, e lasciarla riposare in luogo fresco ed asciutto. Dall'impasto prendere dei pezzetti di media grandezza e stenderli con il mattarello realizzando delle sfoglie sottili dalla forma rotonda. Imburrate una teglia dal bordo piuttosto alto, adagiate sopra la sfoglia lasciandola sbordare e sistemate al suo interno il ripieno, cominciando dalle patate tagliate a rondelle che sistemerete nel fondo, insieme al pomodoro secco tagliato a pezzetti ed al prezzemolo tritato (insieme all'aglio). Tagliare le anguille (o la carne) a tocchetti e condire con olio sale e pepe a piacimento. Stendere un nuovo disco di pasta di modo che copra completamente il ripieno, ed arrotolare i bordi insieme alla prima sfoglia adagiata dentro la teglia, fino a creare un cordone di pasta che sigillerà la panada. Mettere in forno a 180°-200° per circa 35 minuti. Dopo i primi dieci minuti, è conveniente effettuare un piccolo foro per far fuoriuscire il vapore dall'interno della panada.

 

Sfornate e ... BUON APPETITO!! 

Prenota ora:

Tracce di Sardegna © 2019 • Tutti I diritti riservati • Vietata la riproduzione anche parziale • Privacy Policy
Realizzato da Corkis81